Anmelden

Melden Sie sich bei Ihrem Konto

Benutzername *
Passwort *
Erinnere dich an mich

CS - Le comunità religiose per la sostenibilità: appello dei leader ebrei, cristiani e musulmani

Le comunità religiose per la sostenibilità: appello dei leader ebrei, cristiani e musulmani

Ventotene. Esperti e rappresentanti religiosi ebraici, cristiani ed islamici, riuniti martedì 12 ottobre 2021 per l’evento interreligioso Comunità religiose, dialogo e sostenibilità, hanno rilanciato l’appello per la collaborazione nel Mediterraneo in nome di Giorgio La Pira - che il Card. Gualtiero Bassetti, Presidente della CEI, aveva proposto un mese prima da Pitigliano - e per lo sviluppo sostenibile. Tra i relatori presenti nell’isola Prof. Dan Bahat, Archeologo esperto dei Luoghi Santi di Gerusalemme, l’imam di Firenze Izzedin Elzir, l’ex Rabbino Capo di Firenze Joseph Levi, il parroco di Pitigliano Marco Monari (in rappresentanza del vescovo Giovanni Roncari), La Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Cooperica, e Prospettive Mediterranee hanno organizzato l’evento - nell’ambito dell’iniziativa annuale Ponza Prima-Med, premiata dalla Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, cominciato alle ore 17.00 presso la Sala Polivalente del Comune di Ventotene, celebrando gli 80 anni del Manifesto per l’Europa libera e unita di Altiero Spinelli, confinato dal 1939 al 1943 nell’isola dell’Arcipelago Pontino. Il dibattito sulla sostenibilità, in collaborazione con l’Alleanza delle Nazioni Unite per le Civiltà (UNAOC), ha preso spunto dai risultati dalle conclusioni del progetto israelo-palestinese Re-Made in Gaza di Cooperica, nel contesto dell’iniziativa pluriennale Economia Circolare a Gaza, un esempio senza precedenti di diplomazia e dialogo su temi estremamente attuali, superando le barriere politiche, ponte di comunicazione fra le diverse comunità religiose e nazionali. Roberto Cavallo, Presidente di Cooperica, ha sottolineato l’importanza dell’economia circolare come strumento di coinvolgimento della società e per favorire l’occupazione, presentando il proprio libro La Bibbia dell’ecologia, in coerenza con i principi dell’enciclica di Papa Francesco Laudato si’ sull’importanza dell’ambiente nella vita di un cattolico credente, in nome della triade Uomo, Dio e Natura. Accordo unanime nel continuare il lavoro comune con la prossima conferenza inter-religiosa annunciata per il primo dicembre prossimo presso la sede MAECI a Roma, nel contesto della

L’evento ha visto la partecipazione da remoto tra gli altri di Almotaz Abadi, Managing Director della Divisone Ambiente e Acqua UPM, Shaddad Attili, Ministro del Dipartimento degli Affari negoziali OLP, Cristian Chiavetta, esperto ENEA, Min. Plen. Alfredo Conte, Vicedirettore DGAP del MAECI, Silvia Costa, Commissario straordinario di Governo per il recupero dell’ex carcere borbonico sull’isola di Santo Stefano a Ventotene, Giulio Disegni, vicepresidente UCEI, Oded Eran, Senior Research Fellow INSS di Tel Aviv, Leonardo Marras, assessore all’Economia e Turismo della Regione Toscana, Grammenos Mastrojeni, Vice Segretario Generale aggiunto dell’Unione per il Mediterraneo UPM, Miguel Angel Moratinos, Alto Rappresentante UNAOC, Abdellah Redouane, Segretario Generale del Centro Culturale islamico presso la Moschea di Roma, Roberto Santaniello, della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, Giovanni Stanghellini, del Segretariato italiano della Fondazione PRIMA, dei sindaci di Pitigliano e di Ventotene Giovanni Gentili e Gerardo Santomauro, Luigi Vari, Arcivescovo di Gaeta, con un messaggio di saluto del Cardinale di Firenze Betori.
Enrico Molinaro - Presidente dell’Associazione Prospettive Mediterranee e Segretario Generale della RIDE - e Greta Spreafico- Assistant Coordinator della Rete Italiana ALF- hanno moderato la conferenza.




Programma Evento 12.10.2021 Ventotene

Comunità religiose, dialogo e sostenibilità

nel contesto della

Terza edizione dell’iniziativa Ponza Prima-Med 2021

Martedì 12 ottobre 2021 presso la Sala Polivalente del Comune di Ventotene la Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, Prospettive Mediterranee (PM) e Cooperica (socio della Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo RIDE, Capofila della Fondazione Anna Lindh in Italia, che ha concesso il patrocinio) organizzano, l’evento Comunità religiose, dialogo e sostenibilità.

Esperti e rappresentanti delle principali comunità religiose discuteranno di progetti ed iniziative sul dialogo inter-religioso e lo sviluppo sostenibile, nel contesto della Terza edizione dell’iniziativa annuale euro-mediterranea inter-istituzionale Ponza Prima-Med 2021 – che ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella - , con cui PM promuove il ruolo storico, politico ed il valore comunitario dell'Arcipelago Pontino, ispirandosi al Manifesto per un'Europa libera e unita, scritto ottanta anni fa da Altiero Spinelli, all'epoca confinato nell'arcipelago (Ponza 1937-1939, Ventotene 1939-1943).

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Ore 17: Discussione dei risultati dell’iniziativa pluriennale israelo-palestinese Circular Economy in Gaza, con l’evento conclusivo del progetto Re-Made in Gaza, in collaborazione con il socio RIDE Cooperica

Ore 18: Presentazione del libro del Presidente di Cooperica Roberto Cavallo La Bibbia dell’ecologia

Ore 19: Conferenza inter-religiosa in collaborazione con l’Alleanza per le civiltà delle Nazioni Unite (UNAOC), con esperti e rappresentanti delle comunità religiose ebraiche, islamiche, cristiane

MODALITÀ DI ACCESSO E SVOLGIMENTO

La partecipazione all’evento di natura ibrida, di persona o in video conferenza, sarà possibile solo tramite invito da parte di PM.

CS - Svolta mediterranea ispirata a La Pira evocata tra Pitigliano e Ventotene per Gerusalemme

Comunicato stampa:



Conferenza internazionale su Le porte del Mediterraneo. La giusta rotta.
Pitigliano 9-10 settembre: seconda giornata, 10 settembre 2021



Svolta mediterranea invocata dal presidente della CEI, Card. Bassetti, proseguendo esempi virtuosi di rispetto del pluralismo religioso come quello del Marocco, o di Pitigliano, città del dialogo e dell'incontro per sua natura storica e religiosa.


La seconda giornata del Convegno internazionale a Pitigliano è cominciata proprio col Card. Bassetti, che ha richiamato il compito della Chiesa italiana e della CEI da Bari a Firenze per il dialogo nell'area del Mediterraneo come “nuovo lago di Tiberiade”, citando il grande sogno di “La Pira”, tra identità collettive e contraddizioni, talvolta inquietanti.

Anche l'Arcivescovo di Firenze, Card. Betori ha ricordato il paradigma umanistico fiorentino che ispirò Giorgio La Pira, nel riconoscimento delle identità collettive come presupposto di fraternità, ricordato anche dal Rabbino Capo di Firenze, città privilegiata per il dialogo interreligioso.
L’ambasciatore di Israele presso la Santa Sede, Oren David, nel salutare la Gerusalemme di Toscana, ha sottolineato che Israele è un caleidoscopio crocevia per la convivenza di identità culturali e religiose, con molte divisioni ma anche temi comuni che ispirano all’unità, soprattutto per l'origine religiosa abramitica, principi ispiratori per lo stesso papa Francesco nell'enciclica Fratelli Tutti, sviluppando i grandi temi nella Nostra Ætate del Concilio Vaticano II.
In questo contesto, il moderatore del dibattito Amb. Enrico Granara ha annunciato che la città di Pitigliano, la Diocesi, e il Dipartimento di Architettura dell'Università di Firenze, parteciperanno il 12 ottobre prossimo all'incontro interreligioso ispirato al sogno di La Pira organizzato a Ventotene dal Segretario generale della Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo RIDE, Dott. Enrico Molinaro, che ha concluso il dibattito.

La conferenza ha ospitato la cerimonia del premio Epheso, consegnato a S.B. Pierbattista Pizzaballa, Patriarca latino di Gerusalemme, dal Presidente del Premio, Amb. Mario Boffo, che ha ricordato gli ultimi premiati tra cui M’Barka Ben Taleb e Liliana Segre.
Il Patriarca, ringraziando per il premio, ha sottolineato l'importanza decisiva delle scuole cattoliche e in genere cristiane in Israele e nei Territori palestinesi.

CS - Rilanciato a Pitigliano l'appello per le donne segregate in Afghanistan proposto a Ventotene il 5 settembre scorso da Silvia Costa, Commissario straordinario per il recupero dell’ex carcere di Santo Stefano in occasione della conferenza Euro-Med inte

Comunicato stampa a nome della Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo RIDE-APS, che ha concesso il patrocinio all'iniziativa

Le porte del Mediterraneo. La giusta rotta.

Pitigliano 9-10 settembre 2021.

Iniziato il III Convegno internazionale con al centro il dialogo culturale nell'area del Mediterraneo. Il Convegno è organizzato dalla Diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello e il Dipartimento di Architettura dell'Università di Firenze, in collaborazione con la Rete Italiana per il dialogo Euromediterraneo (RIDE), patrocinio della CEI, del Pontificio Consiglio della Cultura, Ministero Italiano degli Affari Esteri, Ambasciata di Israele presso la Santa Sede, e Regione Toscana. Enrico Molinaro Segretario Generale della RIDE, moderatore della prima giornata, ha sottolineato nell'introduzione la “triangolazione” Gerusalemme, Ventotene e Pitigliano, la Piccola Gerusalemme, come proseguimento di un percorso di cultura e dialogo al centro del Mediterraneo, che sarà approfondito in occasione della conferenza interreligiosa programmata a Ventotene per il 12 ottobre prossimo, dove sarà rilanciato l'appello per le donne segregate in Afghanistan del Commissario per il restauro dell'ex Carcere di Santo Stefano Silvia Costa lanciato proprio da Ventotene il 5 settembre scorso, quando i relatori della conferenza Euro-Med inter-istituzionale Ponza Prima-Med 2021 hanno annunciato l'evento di oggi a Pitigliano.

I relatori della prima sessione a Pitigliano hanno illustrato i risultati degli scavi e studi archeologici più recenti nelle aree di Gerusalemme e di Ashkelon, porta sud del Mediterraneo. In particolare i professori Ytzhak Reiter, Rafael Lewis e Dan Bahat, seguiti dai professori Collotti e Luschi dell’Università di Firenze, già pienamente impegnati nei progetti di Ventotene e di Ashkelon.

Al termine di questa prima sessione del mattino il prof. Dan Bahat presenta studi e problemi legati all'archeologia e all'architettura del Tempio di Gerusalemme oggi Spianata delle Moschee.

Seguirà la sessione storica, partendo da Dante, citato dal prof. Giliberti con il suo libro Il Paese del “sì”. Note sull’identità culturale italiana. Sarà poi la volta del prof. Vannoni dell’Università degli studi di Firenze, prof. Mussarra de La Sapienza e concluderà l’arch. Tortelli progettista del museo francescano di Gerusalemme.